Fossano: rimozione bomba

Sabato 18 e domenica 19 maggio 2019 i volontari del Coordinamento sono stati impegnati per le operazioni di disinnesco e rimozione dell’ordigno bellico ritrovato all’interno della caserma militare Dalla Chiesa. La bomba, individuata durante alcuni lavori di sistemazione dell’infrastruttura, con i suoi 270 kg di peso, ha un potenziale distruttivo in campo aperto di oltre 1800 metri di raggio.

Operazioni di evacuazione e sgombero

Per operare in sicurezza, l’area interessata dall’ordigno è stata suddivisa in zona rossa e zona gialla.

Tutti gli abitanti residenti nel raggio di 300 metri, zona rossa, sono stati evacuati, mentre a chi si trovava nella zona gialla, in un raggio di circa 2km, è stato fatto divieto di uscire di casa.

Inoltre, è stata sospesa la circolazione stradale e l’interdizione al volo per l’intera area dalle 7,30 fino al termine delle operazioni di domenica 19 maggio 2019.

Sala operativa

La sala operativa è stata allestita all’interno della sede del Coordinamento. Le operazioni dovevano essere seguite a distanza tramite l’impiego dei droni (in totale 5, di cui 2 operativi e 3 di riserva) con trasmissione in diretta delle immagini, ma a causa del maltempo non è stato possibile.

Il disinnesco della bomba, eseguito dagli artificieri del 32° Reggimento Genio Guastatori tramite l’impiego di un robot, è stato registrato. La procedura prevedeva la rimozione delle due spole, di naso e di cosa, che contenevano l’innesco.

Per le operazioni sono stati impiegati 160 voltantari, 42 automezzi, 65 apparati radio e i droni.

L’esplosione dell’ordigno

Brillamento dell'ordigno

Pubblicato da Coordinamento Territoriale del Volontariato di Protezione Civile di Cuneo su Domenica 19 maggio 2019

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.