Un’altra alluvione (finta)

Cuneo 7 – Martedì 30 settembre 2008

Operazione “Adottiamo una valle” dal 2 al 5 ottobre

Mille volontari in un’esercitazione di Protezione Civile sui luoghi del disastro

“Operazione San Bernardo 5 – Adottiamo una valle” è il titolo dell’esercitazione che, dal 2 al 5 ottobre, porterà nelle Valli Po, Varaita, Maira, Grana e Stura di Demonte circa 150 squadre, per un totale di mille volontari appartenenti a tutte le sezioni comunali di Protezione Civile, agli Aib e ai gruppi Ana della Granda. L’obiettivo sarà la manutenzione straordinaria dei territori montani colpiti dalla recente alluvione.

Organizzato dal Coordinamento provinciale volontari di Protezione civile, con il supporto tecnico del servizio di Protezione civile provinciale, l’intervento prevede la messa in sicurezza degli alvei fluviali, proseguendo nell’attività di bonifica iniziata dieci anni fa con le prime operazioni “Castoro”.

I volontari si occuperanno della rimozione dei rifiuti solidi dagli alvei, del taglio della vegetazione sui rii minori, della manutenzione delle reti di scolo, del drenaggio della viabilità secondaria e della manutenzione dei sentieri.

L’iniziale destinazione delle attività nella zona del Roero è mutata in seguito alla precipitazioni intense dei giorni scorsi.

[…]

“Voglio ricordare”, dichiara l’assessore provinciale alla Protezione civile, Federico Gregorio,

le ottime prove durante l’alluvione di fine maggio e l’intervento estivo per la lotta agli incendi boschivi in Puglia, richiesto dal Dipartimento nazionale al Piemonte, che ha visto un’importante e fattiva collaborazione con i gruppi Aib.

Adesso si ritorna nelle vallate alpine per lo svolgimento di una grande operazione che vuole ancora una volta portare la solidarietà di tutta la provincia in questi luoghi martoriati, con l’auspicio di ottenere presto i fondi per la ricostruzione.

[…] La puntuale analisi dei dissesti che si sono manifestati in primavera ha evidenziato la necessità di provvedere, oltre al ripristino dei danni ed alla realizzazione di opere di adeguamento, a organizzare un’attività di manutenzione straordinaria, al fine di provvedere al ripristino delle buone condizioni idrogeologiche e ambientali dei versanti e del reticolo idrogeografico.

Per l’organizzazione logistica, sono stati individuati campi base (case vacanze attrezzate) dove i volontari potranno alloggiare e pernottare.

[…]

Saranno attivati presidi medici di primo soccorso per far fronte a qualsiasi esigenza o a eventuali imprevisti. L’assistenza sanitaria per l’intera durata dei lavori sarà assicurata dal personale della Croce Rossa.

Per coordinare al meglio gli interventi in loco sarà inoltre attivata, in forma ridotta per tutta la durata dell’esercitazione, la sala operativa provinciale che ospiterà il personale del servizio di Protezione Civile, i referenti del Coordinamento provinciale volontari di Protezione civile e un rappresentante Cri.

Considerato che l’operazione di bonifica rappresenta un importante intervento preventivo sul territorio e interesserà una cospicua porzione della Granda, sono stati informati dell’esercitazione tutti gli enti e gli organi istituzionali competenti in materia: in particolare il Dipartimento nazionale della Protezione civile e la Regione Piemonte invieranno dei funzionari per supervisionare le operazioni. […]

Scarica il .pdf dell’articolo originale: clicca qui.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.