Protezione Civile Bertolaso dà il voto alle esercitazioni

Il Giornale del Piemonte – Martedì 23 settembre 2008 – di Nadia Muratore

Sarà il sottosegretario di Palazzo Chigi con delega alla Protezione civile, Guido Bertolaso, a visionare l’operato dei mille 500 volontari che da giovedì 2 a domenica 5 ottobre prossimi realizzeranno l’esercitazione che – per vastità di territorio e numero di uomini impiegati – è la più imponente mai organizzata in Italia.

Le aree interessate sono quelle che, durante l’alluvione di fine maggio di quest’anno, sono state colpite da violenti e devastanti nubigrafi.

Sarà una “quattro giorni” importante per fare il punto della situazione sui cantieri attivati e su quelli che ancora dovranno essere aperti.

Inoltre, “l’esercito della protezione civile”, attraverso questa esercitazione potrà “tastare” l’efficienza della propria stessa operatività, mettendo alla prova uomini, metodi e mezzi.

Senza trascurare il fatto che questa vasta operazione di “valli pulite” sarà molto utile al fine di creare condizioni di sicurezza indispensabili per affrontare le situazioni di forte maltempo.

Saranno dunque ripulite le vallate e gli alvei dei fiumi, controllati ponti e sponde, segnalando e quindi intervenendo su eventuali situazioni di criticità.

Un’attività di prevenzione e di “allenamento” per tutto l’apparato che, per esempio, utilizzerà le cinque sale operative delle altrettante Comunità montane per appurarne l’efficienza e le eventuali mancanze alle quali sopperire per ottenere risultati ottimali durante la gestione dell’emergenza.

Il prossimo sabato mattina, pertanto, arriverà da Roma anche il sottosegretario alla Protezione civile Guido Bertolaso che non ha mai fatto segreto di avere un’ottima considerazione del “modello Cuneo” nel settore della protezione civile.

L’esercitazione sarà coordinata dal responsabile dei volontari della Granda, Roberto Gagna, che spiega:

Si tratta di uno sforzo notevole a tutti i livelli, sia logistico che operativo.

Un momento importante per metterci alla prova e per appurare se il nostro modo d’agire è buono e se si possa migliorare.

Per avere la certezza di lavorare al meglio, l’esercitazione sulle cinque vallate sarà passata al setaccio non solo dall’esponente del Governo Berlusconi ma anche da Legambiente e, come commenta Gagna:

se superiamo entrambi gli esami possiamo ritenerci veramente soddisfatti.

Prenderanno parte all’esercitazione, sostenuta anche da Provincia e Regione, la Croce Rossa Italiana e la Croce Verde.

Saranno presenti anche i volontari degli Antincendi boschivi (Aib), reduci dai tre mesi passati in Puglia, per arginare la piaga devastante degli incendi estivi.

La collaborazione – sottolinea Gagna che ha coordinato l’iniziativa nella regione del Sud – ha funzionato.

Siamo intervenuti su 160 focolai, che siamo riusciti a tenere sotto controllo.

L’esercitazione della Protezione civile che si svolgerà nella prima settimana di ottobre, è stata presentata sabato scorso, durante la giornata dedicata a volontari, istituzioni e forze dell’ordine che ogni giorno lavorano per garantire la sicurezza di persone e territorio, intervenendo nei momenti di crisi in maniera puntuale e professionale.

Scarica il .pdf dell’articolo originale: clicca qui.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.