Dopo alluvione, 1000 volontari hanno ripulito i letti dei torrenti

Cuneo 7 – Martedì 7 ottobre 2008

L’hanno definito il più grande progetto esercitativo realizzato dal Coordinamento Provinciale di Protezione Civile in oltre dieci anni di attività.

E l’ha confermato anche il direttore del Dipartimento Nazionale, Guido Bertolaso, che sabato a Brossasco ha incontrato gli uomini dell’Operazione San Bernardo 5 – Adottiamo una valle e ha elogiato il “modello Cuneo”.

Da giovedì a domenica, un “esercito” di 1.000 volontari di Protezione Civile, Aib, Ana e Soccorso Alpino ha invaso pacificamente le 5 valli del Cuneese colpita dall’alluvione di fine maggio ( Maira, Stura, Grana, Po e Varaita), per svolgere un enorme lavoro di bonifica e messa in sicurezza dei fiumi.

24 i cantieri principali, migliaia le tonnellate di legna tagliata, accatastata sulle sponde e poi ritirata liberamente dai proprietari.

La speranza è che la pulizia degli alvei diventi un’abitudine consolidata, indispensabile per prevenire un’altra calamità.

Scarica il .pdf dell’articolo originale: clicca qui.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.