Continua l’allerta meteo nel cuneese

Riportiamo il comunicato dell’Arpa Piemonte che dilaga l’allerta arancione per l’innalzamento dei fiumi nel cuneese.

Una circolazione di bassa pressione, attualmente posizionata sulla parte centrale tirrenica, convoglia correnti umide orientali sulla nostra regione che apportano tempo perturbato.

La ventilazione da est sarà presente, seppur in maniera meno marcata, anche nella giornata di domani (sabato 5 maggio 2018) e l’interazione di tali venti umidi da est con l’orografia locale piemontese, saranno causa di piogge diffuse e persistenti sulle zone pedemontane cuneesi dove sono attese ancora intensità moderate localmente forti.

Le piogge risulteranno più discontinue e di debole intensità altrove.

Per quanto riguarda i corsi d’acqua, si avranno incrementi significativi del reticolo secondario e principale fino al pomeriggio di domani (sabato 5 maggio 2018) nel cuneese, in particolare nel bacino della Stura di Demonte.

A partire dal pomeriggio sono attesi ulteriori incrementi anche nei bacini di Pellice, Maira, Varaita e il transito della piena ordinaria lungo l’asta principale del Tanaro, da Farigliano ad Asti.

Dalla serata è atteso il transito della piena ordinaria del Po, da Carignano a Torino.

Allerta arancione nella Valle Tanaro per rischio idrogeologico. Gialla su pianura del cuneese, valli Varaita, Maira e Stura di Demonte e sulla pianura torinese per il transito della piena ordinaria del Po.

Leggi la notizia sul sito dell’Arpa Piemonte >>

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.