Dal campo profughi di Kukes sono tornati i volontari cuneesi

La Guida – Martedì 13 aprile 1999

Il ricordo dell’esperienza segna ancora i volti di questi uomini

Al di là dell’attività svolta, delle tende montate, dei viveri distribuiti, dei chilometri percorsi, dei profughi assistiti e del lavoro massacrante, quello che colpisce veramente è la profonda commozione, le lacrime che bagnano gli occhi di uomini grandi e grossi (che dovrebbero ormai essere vaccinati a tutte le esperienze) al solo ricordo della prima settimana di aprile, passata a contribuire ad allestire il campo profughi di Kukes, piccolo centro albanese al confine col teatro di guerra.

Nel corso della conferenza stampa di venerdì scorso, i volti di Roberto Gagna, Antonio Giordanengo, Aurelio e Piero Demaria, Elio Delfino e Guido Sava hanno detto molto di più delle parole e della presenza dei tanti politici convenuti.

Scarica il .pdf dell’articolo originale: clicca qui.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.