Giornata della Protezione Civile – Medaglia d’Oro a Roberto Gagna

Si è svolta domenica 18 novembre a Cuneo con la partecipazione del Coordinamento Nazionale, Guido Bertolaso

Centinaia di volontari della Protezione Civile si sono dati appuntamento sabato mattina, 17 novembre, in Piazza Galimberti, per celebrare la loro Giornata Regionale.

Decine di mezzi schierati, dalle classiche jeep ai canotti usati nel soccorso durante le alluvioni, ma anche gru e motoslitte.

La giornata è iniziata con il saluto da parte delle autorità al coordinatore nazionale, Guido Bertolaso, arrivato in aereo a Levaldigi ed accolto con gran calore dai volontari nella sala Falco della Provincia.

Il vostro – ha detto Bertolaso – è un modella da portare in esempio alle altre realtà regionali. Per questo, insieme al coordinatore provinciale, Roberto Gagna, nei prossimi mesi faremo conoscere il metodo di lavoro cuneese in giro per l’Italia.

Lo stesso Gagna, insieme al coordinatore regionale, Andrea Lazzari, durante la cerimonia sono stati premiati con la Medaglia d’Oro.

Il coordinamento di Cuneo della Protezione Civile, nato nel 1998, a tutt’oggi conta 170 gruppi comunali, oltre a 15 gruppi Ana e 10 specializzati, con 5.000 volontari.

Le autorità territoriali hanno ricordato come la Protezione Civile cuneese abbia vissuto sulla propria pelle gravi sciagure, una su tutte la disastrosa alluvione del Tanaro nel 1994, dalla quale, però ha saputo cogliere gli aspetti per crescere e migliorare le proprie potenzialità. Ma non solo.

Efficienza significa anche prevenzione e la Protezione Civile cuneese da sempre opera con grande efficienza in questo ambito sulle 14 vallate e nella manutenzione di rii e boschi.

All’appuntamento in piazza Galimberti non ha voluto mancare la presidente della Regione, Mercedes Bresso.

Scarica il .pdf dell’articolo originale: clicca qui.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.