Adunata Alpini e Protezione Civile

Pubblicazione di venerdì 25 maggio 2007
Autore: Fabrizio Brignone

Anche per la Protezione Civile l’Adunata degli Alpini a Cuneo è stata motivo di grande lavoro ma soprattutto di soddisfazione e orgoglio: 800 volontari hanno collaborato per la gestione dei diversi aspetti logistici e di sicurezza nei giorni dell’adunata e anche in quelli precedenti, partecipando così alla riuscita dell’evento.

Ecco i numeri e i compiti di questa presenza all’adunata: con 800 persone e circa 80 veicoli, la Protezione Civile ha gestito i parcheggi degli autobus e delle auto nei dintorni della città, i posti tappa e le aree verdi, oltre a collaborare sui “posti-filtro” con la Polizia Municipale e la Polstrada (i blocchi, fissi e mobili, per regolare l’ingresso dei veicoli in città)e poi in diversi punti della città con il soccorso sanitario.

Siamo più che soddisfatti dell’esito dell’adunata in generale e anche del lavoro svolto dai nostri uomini – spiega Roberto Gagna, coordinato della Protezione Civile a livello provinciale – perchè tutto è funzionato al meglio e ognuno ha svolto la propria parte con la dovuta attenzione e professionalità, facendo sì che la collaborazione di tante persone rendesse più semplice e sicuro lo svolgimento dell’iniziativa.

Due aspetti sono stati molto particolari a Cuneo, rispetto a tutte le altre adunate, e diventano motivo di orgoglio per la nostra organizzazione.

Anzitutto, nessun membro è stato precettato, tutti gli operatori erano volontari, quindi non ci sono stati costi per il personale, al di là dei rimborsi carburante per i mezzi e di buoni pasto; mentre lo scorso anno c’erano state diverse precettazioni, e da tutto il Nord Italia, qui questo non è avvenuto.

E poi l’altro elemento di forte orgoglio è che si trattava interamente di volontari cuneesi, dalla nostra provincia: questo è certo un aspetto importante, perchè dimostra l’impegno che la Protezione Civile è in grado di mettere in pratica sul proprio territorio, perchè c’è alle spalle una buona organizzazione e una forte motivazione per tutta la ‘macchina’ della Protezione Civile, che in provincia di Cuneo conta 5.000 volontari organizzati in 204 gruppi.

Ci siamo impegnati tanto per collaborare al meglio per questa adunata, e l’ottimo risultato e l’apprezzamento da parte degli Alpini e dei cuneesi sono la più grande soddisfazione per ognuno di noi.

Scarica il .pdf dell’articolo originale: clicca qui.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.